Denuncia di morte

 

Oggetto; Denuncia di morte
Area tematica; Anagrafe e Stato civile
Descrizione; La denuncia di morte deve essere presentata all'Ufficio di Stato Civile del Comune dove si è verificato l'evento, entro ventiquattro ore dal decesso.
Responsabile procedimento; Ufficiale di stato civile e di anagrafe
Responsabile del settore; Dirigente del settore amministrativo
Recapiti telefonici *; 0433 88056
Casella istituzionale di posta elettronica *; anagrafe@comune.fornidisopra.ud.it
Termine per la conclusione (giorni); 30
In base alla norma; Regolamento comunale sul procedimento amministrativo.
Tempo medio effettivo di conclusione (giorni); Al momento della richiesta
Uffici e Servizi; Ufficio Demografico

* Tali recapiti devono essere utilizzati anche per ottenere informazioni relative ai procedimenti in corso.

CHI PRESENTA LA DENUNCIA
La denuncia di morte viene generalmente presentata dalle agenzie di onoranze funebri su incarico dei familiari del defunto, può essere presentata anche dai familiari dello stesso.

DOVE E QUANDO PRESENTARE LA DENUNCIA
La denuncia di morte deve essere presentata all'Ufficio di Stato Civile del Comune dove si è verificato l'evento, entro ventiquattro ore dal decesso.

QUALI DOCUMENTI PRESENTARE
Per la denuncia sono necessari:
- avviso di morte rilasciato dal dirigente medico, in caso di decesso in ospedali e case di cura;
- certificato del medico necroscopo dell'A.S.S. rilasciato non prima che siano trascorse 15 ore dalla morte, in caso di decesso in casa privata;

PERMESSO DI SEPPELLIMENTO
L'Ufficiale di Stato Civile rilascia successivamente (ed esclusivamente se non vi è sospetto che il decesso sia avvenuto a causa di una morte violenta o di un reato) il permesso di seppellimento necessario per la tumulazione della salma.

COSA FARE SE L'UFFICIO NON RISPONDE

Se il Responsabile del procedimento indicato nella sezione riferimenti non risponde entro il termine per la conclusione indicato nella stessa sezione, il cittadino può chiedere al Segretario Comunale del Comune di Forni di Sopra di farlo al suo posto, avvalendosi del potere sostitutivo in caso di inerzia per mancata o tardiva emanazione di provvedimenti nei termini da parte dei responsabili inadempienti