IMU 2016 - INVIO CONTEGGI

Con deliberazione consiliare del 25/05/2016 sono state confermate anche per l'anno 2016 le aliquote IMU in vigore lo scorso anno e più precisamente:

ALIQUOTA DI BASE 0,85% su tutti gli immobili soggetti all'imposta

Confermate le esenzioni vigenti l'anno precedente che vengono così riassunte:

- abitazione principale e relative pertinenze (C/2-C/6-C/7) ad eccezione dei fabbricati, classificati alle categorie A/1, A/8, A/9 per i quali l’imposta continua ad essere dovuta;

- casa coniugale assegnata al coniuge, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio.;

- unità immobiliari appartenenti a cooperative edilizie a proprietà indivisa adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari;

- alloggi regolarmente assegnati dagli istituti autonomi per le case popolari (IACP) o degli altri enti di edilizia residenziale pubblica similari;

- fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all'articolo 9, comma 3-bis, del decreto-legge 30 dicembre 1993, n. 557, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 febbraio 1994, n. 133, ubicati nei comuni classificati montani o parzialmente montani di cui all’elenco dei comuni italiani predisposto dall’Istituto nazionale di statistica (ISTAT);

- fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, se invenduti e non locati;

- immobili di proprietà dal personale di servizio presso gli organi dell’Arma, il corpo del Vigili del Fuoco e il personale prefettizio purché non concessi in locazione;

- terreni agricoli;

- fabbricati destinati ad un uso istituzionale o religioso, quelli appartenenti a Stati esteri e alle organizzazioni internazionali riconosciute, fra i quali, a titolo soltanto esemplificativo:

• gli immobili di enti pubblici ed enti locali, utilizzati per finalità istituzionali

• i fabbricati destinati al culto

• i fabbricati di proprietà della Santa Sede

• i fabbricati classificabili nella categoria E

• gli immobili destinati esclusivamente allo svolgimento di attività previdenziali, assistenziali, sanitarie, di ricerca scientifica, didattiche, ricettive, culturali ricreative e sportive.

 

Considerata altresì abitazione principale, e quindi non soggetta ad imposta, quella posseduta dai cittadini italiani residenti all’estero, iscritti all’A.I.R.E., pensionati e titolari di una pensione nel paese di residenza, purché non locata o concessa in comodato, come previsto dall’art. 9 bis del Decreto Legge 28 marzo 2014 n. 47, convertito dalla Legge 23 maggio 2014 n. 80.

 

 

Si comunica che quest’anno verranno recapitati presso la residenza anagrafica i conteggi ed i modelli F24 per provvedere al pagamento dell’IMU per l’anno 2016.

 

Si conferma che anche per l’anno 2016 la TASI non verrà applicata.