Iniziative del Comune per aiutare le famiglie con figli a scuola

FORNI DI SOPRA. Cambiare l’attuale tendenza ad abbandonare il territorio: questo lo scopo che si è prefisso il Comune dolomitico che nei giorni scorsi ha intrapreso una serie di iniziative per cercare di mantenere sul territorio i propri concittadini. «La giunta comunale - ha dichiarato l’assessore ai servizi sociali e istruzione Sara Anziutti - ha recentemente istituito il bonus bebè e il rimborso alle famiglie dei libri di testo scolastici per gli studenti fornesi». Con il primo intervento l’amministrazione ha fissato in 500 euro il bonus da erogare a ogni nuovo nato iscritto nell’anagrafe del piccolo comune montano, con decorrenza dal 1 gennaio 2016, valido anche per le persone di cittadinanza non italiana, purchè residenti. «Le nascite sono sull’ordine di poche unità all’anno, ma quest’anno - commenta l’assessore - possiamo dire che è un anno fortunato, con un numero di lieti eventi superiore alla media» Riguardo al rimborso delle spese per i testi scolastici, Anziutti spiega che la giunta ha stabilito il rimborso fino alla concorrenza del 100 per cento delle spese sostenute per l’acquisto di testi scolastici che risultano esclusi dal rimborso regionale, le scuole primarie, i libri concessi in comodato gratuito. "Sinora sono state rimborsate tutte le richieste pervenute: per l’anno scolastico 2015/2016 abbiamo erogato contributi nella misura dell’80 per cento della spesa sostenuta, con una media per studente di 122 euro ciascuno su una spesa media sostenuta di 150». (g.g.)

 

Messaggero veneto del 9 novembre 2016