Comune di Forni di Sopra

Benvenuti nel sito del Comune di Forni di Sopra

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Alpinismo - sci-alpinismo - ciaspole

FORNI DI SOPRA dispone di una varia scelta di possibilità per gli amanti dell'avventura e dell'arrampicata sia sportiva che tradizionale.


ARRAMPICATA SPORTIVA:

Palestra arrampicata sportiva Indoor:

Situata all'interno del complesso sportivo comunale (piscina - palestra) è composta da 2 pareti artificiali per diverse vie di salita su difficoltà varie, altezza max 12 metri. Può essere utilizzata contattando il gestore degli impianti sportivi (co.se.tur)

Palestra arrampicata sportiva (rifugio Giaf)

Questa palestra è dislocata presso il Riufigio Giaf del CAI di Forni di Sopra, è composta da struttura artificiale in legno per arrampicate su varie difficoltà, adatte sia per i bambini che per gli sportivi più allenati, altezza max 11 metri. Può essere utilizzata contattando il gestore del Rifugio.

Palestre di arrampicata su falesie

Nel comprensorio fornese sono 3 le palestre su roccia naturale (falesie) adatte all'arrampicata sportiva.

La prima è situata in località "ROPAS" raggiungibile attraverso la Statale 52, circa 4 Km. dopo il centro di Forni di Sopra in direzione Passo Mauria. Parcheggio a Dx circa nel breve rettilineo 300 metri prima dell'albergo Cridola. Questa palestra dispone di una dozzina di vie di salita su varie difficoltà, adatte sia ai principianti che ai più allenati. Tutte le vie sono protette con punti di assicurazione.

La seconda è situata sul "Clap di Varmost" (parete Ovest) a pochi minuti dalla stazione di arrivo della seggiovia Varmost 1 e dal rifugio Som Picol. Questa palestra dispone di una ventina di vie di salita su varie difficoltà, adatte sia ai principianti che ai più allenati. Tutte le vie sono protette con punti di assicurazione. Nei pressi di questa palestra sta per essere costruita la Ferrata Sportiva " ADVENTURE CLIMBING VARMOST" che percorre il panoramico spigolo sud-ovest e raggiunge la vetta del "Clap Varmost" a quota 1750 m.

La terza palestra per l'arrampicata sportiva è situata a Forni di Sotto, offre molte possibilità di arrampicata su ottima roccia, dispone di una trentina di vie di salita protette con punti di assicurazione. La palestra si raggiunge con 10 minuti di cammino dalla piazza principale (Tredolo) di Forni di Sotto seguendo il sentiero Cai 241/a (oppure per il sentiero n. 5 di fondovalle). Informazioni presso il Bar alle Alpi tel 0433-87013


Palestre di arrampicata su ghiaccio

La struttura è dislocata nella zona sportiva di Forni di Sopra, (pineta) è attrezzata come campo-scuola per i corsi di arrampicata sportiva su ghiaccio. Offre varie difficoltà di salita su 5 pareti che vengono completamente ricoperte da ghiaccio. (in stagione invernale)

Per chi volesse cimentarsi su vere cascate di ghiaccio in terreno naturale, Forni di Sopra offre molte possibilità, in prossimità dei torrenti Rovadia e Tolina, i quali in clima invernale diventano delle vere e proprie cattedrali di ghiaccio che appassionano anche ice-climber più esigenti.


ARRAMPICATA IN AMBIENTE ALPINO:

La valle fornese offre moltissime vie di salita sulle pareti naturali delle Dolomiti Friulane, le cui torri, pinnacoli e pareti hanno accattivato l'attenzione dei più grandi scalatori come Kughy, Cozzi, Comici, e molti altri...

E' così possibile effettuare le più classiche ripetizioni di antiche vie alpinistiche su Monfalconi, Cridola e Pramaggiore, oppure cimentarsi nelle vie più moderne (protette con punti di assicurazione a pressione) aperte negli ultimi anni dagli arrampicatori locali.

Informazioni presso il CAI di Forni di Sopra Email: fornidisopra@cai.it


CANYONING:

La scuola Regionale di Alpinismo delle Guide Alpine, in collaborazione con il Parco Naturale delle Dolomiti Friulane organizza vari corsi di Canionyng (Torrentismo) nei favolosi ambienti dei torrenti fornesi. I più famosi sono il Torrente Tolina e il Torrente Razzie a Forni di Sotto, entrambi attrezzati con punti di protezione. Informazioni presso la scuola di alpinismo regionale. www.guidealpinefvg.it oppure presso il Parco Naturale delle Dolomiti Friulane: www.parcodolomitifriulane.it


VIE FERRATE:

VIA FERRATA CASSIOPEA

la ferrata più tecnica della Carnia

La ferrata è nata dall'idea della Guida Alpina fornese Mario Cedolin e dal suo compagno di Cordata Mauro Cergol, mentre aprivano la via estrema poi denominata "Phisoplexis" sulla parete est del Torrione Comici. Non è una ferrata 'tradizionale' nel senso che buona parte del suo tracciato corre lungo una parete verticale e decisamente esposta. Si propone come una delle più impegnative della Carnia superando passaggi che, senza la fune ed pioli inseriti, impegnerebbero uno scalatore discreto (passaggi di III e IV+). Necessita dell'attrezzatura completa (imbracatura, elmetto, set da ferrata), di assenza di vertigini, di discreta forza e di una attenta valutazione delle condizioni meteo. Per i meno esperti è consigliabile procedere in cordata.

Periodo consigliato: dal 15 maggio (possibile neve dura nel canalone nord) alla fine di ottobre.

Descrizione: dal rifugio Pacherini ci si avvia in quota verso la piazzola dell'elicottero lungo il sent. N° 362. Poco dopo questa si svolta a sinistra (indicazioni su cartello) e si sale tra i mughi verso il Passo del Mus. Si raggiunge un pianoro sotto il torrione e piegando a destra (indicazioni su masso) si sale quasi in verticale verso il Passo. Giunti al Passo del Mus si prosegue a sinistra su sfasciumi e detriti di vario taglio si sale verso l'intaglio tra il Torrione Comici ed Il Torrione Pacherini che rimane sulla destra. In prossimità di un masso più grosso si nota l'attacco della via.
Dopo una piccola cengia verso sinistra si salgono alcuni facili gradoni e per simili passaggi ci si porta all'intaglio che incide nettamente il torrione. Qui converge il cavo della discesa. Il percorso di salita prosegua a sinistra (indicazioni) lungo una parete compatta, alcuni gradini facilitano il passaggio più impegnativo. Passando sulle placche ci si trova con alcuni traversi sui tratti più esposti. Proseguendo si incrocia nuovamente il cavo della discesa (indicazioni) e con una divertente e più facile arrampicata verticale si arriva sulla vetta (libro e timbro, m 2260, circa 30/40 min dall'attacco). Per scendere basta proseguire lungo il cavo aggirando con questo la sommità del torrione e traversando a sinistra sul versante ovest. Scendendo per canalini e brevi fessure verticali aiutati da pioli si incrocia il cavo di salita della parte bassa. Lungo questo in breve all'attacco.


ADVENTURE CLIMBING VARMOST

la nuova ferrata sportiva.

Il nuovo progetto del Comune di Forni di Sopra, finanziato dalla Provincia di Udine, si compone di un percorso spettacolare in ambiente alpino, che possa coinvolgere ragazzi ed adulti che non soffrono di vertigini, lungo un'entusiasmante itinerario di roccia, opportunamente attrezzato con pioli e funi e quindi reso sicuro e percorribile a tutti con o senza l'ausilio di Guida Alpina.
Il luogo prescelto per questa attrazione è il monte Clap Varmost che si affaccia sopra la vallata di Forni di Sopra.

La parete, posta a pochi minuti dalla stazione di arrivo della seggiovia e dal rifugio Som Picol e la posizione panoramica della cima, fanno del Clap Varmost un sito ideale per la realizzazione di una via ferrata di tipo sportivo. Questo impianto, che in Italia e in special modo nelle Alpi Orientali è un'assoluta novità, non ha per finalità il semplice raggiungimento di una cima, come le tradizionali ferrate, ma piuttosto vuole proporre un percorso quanto più spettacolare ed esposto possibile e nel contempo privo di difficoltà tecniche di arrampicata, attrezzando la parete rispettando la natura e l'ambiente, ovviamente in sicurezza.
La via di salita si svolgerà attraverso pareti, attrezzate con scalini o pioli metallici per la progressione, affiancati da un sistema di funi che serve esclusivamente per l'auto-assicurazione. Oltre ai tratti in parete il percorso offrirà una suggestiva passerella di corda sospesa nel vuoto. Nel caso del Clap Varmost il percorso si svilupperà nei pressi dell'affilato sperone SUD del monte stesso,(foto) con ottima vista sul circondario che spazia dalle Tre Cime di Lavaredo all'alta Val Tagliamento.

L'accesso al percorso necessita dell'attrezzatura completa (imbracatura, elmetto, set da ferrata), di assenza di vertigini, di discreta forza e di una attenta valutazione delle condizioni meteo. Il percorso è attualmente in fase di costruzione e sarà aperto al pubblico dalla primavera 2007.
informazioni presso Scuola di Alpinismo



SCI ALPINISMO
L'inverno a Forni di Sopra offre il massimo per gli sci-alpinisti, decine di itinerari dalla semplice gita propedeutica alla salita in forcelle estreme. Il versante delle malghe (a nord del paese) offre le escursioni più semplici che in parte si sviluppano su piste forestali e radure in quota. L'accesso alle malghe Tartoi e Tragonia è reso ancora più semplice grazie alla "Battitura delle piste forestali" mediante gatto delle nevi a cura del Comune, quasi 15 Km. ideali per tranquille gite sci-alpinistiche, per gli allenamenti e per il Nordic Walking.
Queste zone sono molto adatte anche per gli amanti delle CIASPOLE (o Ciaspe) (Ciaspas in fornese) che con opportune varianti alle piste battute raggiungono le malghe oltrepassando i boschi di Duvies e Sociavàl attraverso radure ed antichi casolari fornesi. Dalle malghe è possibile proseguire con gite sci-alpinistiche più impegnative verso le sovrastanti cime. Tra le più importanti e spettacolari si consiglia il Giro del Crodon di Tiarfin attraverso il passo di Forca rossa (Forcia rosa), oppure la salita al massiccio del Clap Savon - Bivera Q.2462.
Il versante Dolomitico della valle (ad ovest del paese) presenta invece salite più tecniche, adatte allo sci alpinista esperto. In base alle condizioni del manto nevoso è possibile raggiungere le più classiche forcelle, sempre perfettamente innevate ( Scodavacca, Pecoli, Urtisiel, Lavinal, Passo Suola ed altre...). Gli amanti dell'estremo possono trovare sfogo alle loro passioni sciando su pendii più difficili come la Tacca del Cridola, Forcella Cason, Monte Pramaggiore e molte altre ancora...)

Informazioni sullo stato della neve presso la Stazione Forestale di Forni di Sopra: Tel 0433-88079

Guida Alpina Mario Cedolin Tel 0433 88115 -
Consorzio Servizi Turistici 0433 88553